mercoledì 26 marzo 2014

Lenticchie par condicio


     Nella puntata precedente ci eravamo imbattuti in una bella ragazza che mi aveva confidato di visitare il mio blog. Ebbene questa ragazza ha una sorella, altrettanto bella, mia accanita fan per quanto riguarda la cucina e golosa di lenticchie (discendente di Esaù, di certo...). Per par condicio dedico a lei questo post.  Avendo Ella, inoltre, frequentazioni medio orientali, ho scelto una ricetta, molto semplice, della cucina araba, che amo molto.


Lenticchie al cumino
(per quattro persone)
300 gr di lenticchie secche
2 grosse cipolle rosse
6 cucchiai di olio extra vergine di oliva
1 cucchiaino di semi di cumino
1/2 cucchiaino di semi di coriandolo
sale qb (che mi piace sempre tantissimo! cubbì, non il sale!)
pepe nero in grani

     Lessate le lenticchie come siete abituati a fare (c'è chi le tiene a bagno e chi no). Soffriggete, in una casseruola, le cipolle tritate finemente, aggiungete le lenticchie scolate (ma conservate il liquido di cottura) e fatele insaporire bagnandole, se occorre, di tanto in tanto, col loro brodo di cottura. Unite cumino, coriandolo e grani di pepe pestati e fate stufare per una decina di minuti. Regolate di sale, fate riposare un paio di minuti e servite.


      Chiudo con un detto arabo: "Il diavolo mangia con un dito, i profeti con due, il credente con tre e l'ingordo con cinque." Lo conoscevate? Ora lo conoscete! 
Saha!

1 commento:

Laura Polidoro ha detto...

<3 <3 <3 presto proverò!!!